>Narrazione
Narrazione2018-06-11T21:09:58+00:00

Magazzino delle Sete - Cariplo

Scheda redatta da Giulia Maffina
Antiporta della sezione "Sovvenzioni con pegno sete", nell'album sulle realizzazioni della Cariplo nell'Ottocento, 1900

Il Magazzino delle Sete Cariplo fu istituito con R. D. 22 luglio 1870, anno in cui la guerra franco-prussiana aveva causato un crollo vertiginoso del prezzo della seta e una stagnazione del commercio serico. Una prima proposta di istituzione di un Monte sete era già stata avanzata nel 1826, ma non ebbe immediato seguito. Esso fu regolamentato con la legge del 3 luglio 1871, mentre con il R. D. 12 maggio 1872 venne dotato delle prerogative di Magazzino Generale ed autorizzato a ricevere sete, bozzoli e cascami di seta sia in semplice custodia che contro emissione di titoli di commercio.

La sua attività, sotto diretta gestione della Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde, consisteva in un servizio di sovvenzioni sopra le merci depositate, con rilascio di polizze nominative. Tale servizio funzionò dall’origine fino al 1883, ma dal 1879 alle polizze furono preferiti i warrants emessi dall'ente stesso. Le operazioni di sovvenzione sulle note di pegno erano regolamentate dalla legge sui Magazzini generali e a partire dal 1902 vennero affidate direttamente all’Ufficio del Magazzino generale delle sete della Cassa. Attraverso questo, la Cariplo concedeva credito (sovvenzioni o titoli) sulle merci depositate o affidate in custodia e ammetteva allo sconto le anticipazioni contro note di pegno, dando nuovo impulso al commercio di importazione dei bozzoli e delle sete estere ed anche all’industria serica, che aveva sempre costituito un settore di notevole importanza per l’economia della regione lombarda.

Museo della Cà de Sass, teca dedicata al Magazzino delle Sete, anni 1950-1960 (foto Elle2) (Archivio storico di Intesa Sanpaolo, patrimonio archivistico Cariplo)

Esso trovò inizialmente sede a Milano (dal 1870 al 1872) in un locale di via S. Paolo n. 12 e poi dal 1872 nei locali della nuova sede di via Monte di Pietà 8. Nel corso degli anni fu ampliato e riorganizzato: nel 1883, a seguito dello sviluppo delle importazioni di bozzoli dall’Oriente e per soddisfare la richiesta di maggiori spazi, ebbe sede anche nello stabile di via Mercato 5, edificio acquistato dalla Cassa di Risparmio dalla Società Lanificio Rossi; nel 1886, dopo una risistemazione generale degli uffici dell'Amministrazione centrale, l’intero Magazzino venne trasferito nel fabbricato di via Mercato, lasciando così spazio nella sede centrale agli uffici di direzione; nel 1903 fu ulteriormente ampliato, inglobando anche le nuove acquisizioni degli edifici di via Mercato e via della Frutta e venne così a costituirsi come un grande fabbricato, una parte del quale fu ceduta in affitto alla Società Anonima Cooperativa Oriani e C. per la stagionatura, assaggio e purga delle sete.