>Persona
Persona2018-06-11T21:03:47+00:00

Angelo Pagani

Scheda redatta da Paola Bianchi, Giorgio Sassi

Cittiglio (Varese), 7 ottobre 1918 - Milano, 5 settembre 1972

Attività
Sociologo

La formazione
Angelo Pagani nacque in provincia di Varese, a Cittiglio, il 7 ottobre 1918. Visse però sin dall’infanzia a Milano, dove il padre Oreste fu direttore prima dell’Istituto derelitti, poi dell’Istituto Inabili a Lavoro - amministrati dalla Congregazione di Carità poi ECA - fino alla prematura scomparsa nel 1938.
Quello stesso anno Angelo si iscrisse alla Facoltà di Economia e commercio dell’Università Bocconi e venne assunto all’ECA come ragioniere. Entrambe le carriere subirono un brusco arresto dal 1941, quando fu chiamato alle armi e mandato a combattere in Africa settentrionale, dove rimase prigioniero degli inglesi fino al 1946. In questo periodo, grazie alla biblioteca del campo, ebbe la possibilità di apprendere la lingua inglese e di leggere testi classici di storia e sociologia soprattutto anglosassoni.
Rientrato a Milano nel giugno del 1946, riprese gli studi in Bocconi e il servizio presso l’ECA, dove, grazie alle sue doti intellettuali e organizzative, ottenne già nel 1948 il ruolo di direttore aggiunto presso l’Istituto Inabili.Dotato di energia inesauribile, riuscì a conseguire la laurea da studente-lavoratore, nel gennaio del 1958, discutendo la tesi “La misurazione della povertà nelle inchieste sociali” con il prof. Francesco Brambilla.

Pagani e l'ECA
La vita di studente-lavoratore non rese meno efficace l'attività di Pagani come funzionario dell'ECA; ottenne infatti incarichi di notevole responsabilità e impegno. Nel 1952 fondò la rivista “Longevità” insieme ad Angelo Rancati e nel novembre dell'anno successivo gli fu affidata la riorganizzazione della Pia Casa di Abbiategrasso. L'esperienza presso la Pia Casa si prolungò fino al 1955, quando riprese servizio presso l’Istituto inabili a lavoro con le mansioni di Direttore aggiunto. Nel maggio del 1958, poco dopo la laurea, l’ECA deliberò la sua promozione a Direttore della Pia casa di Abbiategrasso, dove prese servizio il 1° giugno 1958. 

Angelo Pagani con Ezio Vigorelli

Nell'aprile del 1960 ottenne, su sua richiesta, il trasferimento alla direzione dell’Istituto inabili a lavoro. Durante la sua attività presso l’Istituto svolse numerose inchieste tra cui quella sull’isolamento sociale degli anziani. Al corrente delle esperienze in corso in altri paesi, Pagani diede un contributo sostanziale al progresso dell’assistenza geriatrica italiana, proponendo un’idea di salute più congeniale alle esigenze dell’età avanzata in contrapposizione ad una visione puramente curativa.
Nel gennaio del 1961 gli venne affidata la direzione dell'Istituto lombardo per gli studi economici e sociali (ILSES), dove fu trasferito in comando dall'ECA fino al gennaio 1963, con proroga al dicembre 1965, quando decise di dedicarsi completamente alla carriera universitaria dimettendosi dall'ECA.

Pagani docente universitario e ricercatore
La carriera di docente iniziò nel 1960 quando conseguì la libera docenza e tenne, presso l’Università Bocconi, un corso di Sociologia sui temi del consumo, dell'imprenditorialità e della burocrazia. Nel giugno 1965 gli venne assegnato l'incarico di docente di Sociologia presso l’Università di Trieste, che mantenne contemporaneamente al ruolo di professore incaricato straordinario all'Università Bocconi. Pochi mesi dopo gli venne conferita la cattedra di Sociologia della Facoltà di giurisprudenza presso l’Università di Pavia, come professore straordinario.
Dopo l'esperienza negli Stati Uniti, resa possibile dall'aver vinto una borsa del Commonwealth Fund (Harkness Fellowship) nell'ottobre del 1966, Pagani entrò a far parte del Comitato tecnico consultivo per il “programma di miglioramento dei servizi socio-assistenziali per le persone anziane”. Nello stesso anno, il 1967, condusse una ricerca empirica sui giudici operanti a Milano che rientrava nel quadro dell’indagine su “L’amministrazione della giustizia e la società italiana in trasformazione” promossa dal Centro nazionale di prevenzione e difesa sociale.

Pagani e Martinotti a Varna

Tra il 1968 e il 1972 ricoprì la carica di Segretario esecutivo della International Sociological Association (ISA) e nel 1970 organizzò con i suoi collaboratori e allievi, tra cui Guido Martinotti e Stefano Draghi, il VII° Congresso mondiale di sociologia a Varna in Bulgaria. Nello stesso periodo diresse anche la Scuola di formazione in Sociologia di Milano.
Ancora nel 1970 Pagani venne chiamato a Milano, "come titolare della cattedra di Sociologia (…), dalla Facoltà di giurisprudenza, assieme ad altri due ordinari, Federico Curato, titolare di Storia dei trattati e Aldo De Maddalena, titolare di Storia economica, in vista della trasformazione in facoltà autonoma del corso di laurea in Scienze politiche”. Solo nel 1971 però venne trasferito alla neonata Facoltà di scienze politiche di Milano, in qualità di ordinario di Sociologia.
Pochi mesi dopo, improvvisamente, Pagani morì il 5 settembre 1972.

In occasione del centenario della nascita è stato realizzato un video in ricordo di Angelo Pagani.