Segnalazioni

>>Straniero a chi? Il fenomeno migratorio da emergenza politica a risorsa socio-economica. Storie di accoglienza, equità, inclusione

Straniero a chi? Il fenomeno migratorio da emergenza politica a risorsa socio-economica. Storie di accoglienza, equità, inclusione

2019-09-09T09:37:34+00:0003 Giugno 2019|Segnalazioni|

Giovedì 6 giugno 2019, ore 18.30.

Società Umanitaria,
Sala Bauer, Via San Barnaba, 38.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

In occasione dell’inaugurazione della mostra Exodos/Exit, si svolgerà la tavola rotonda “Straniero a chi? Il fenomeno migratorio da emergenza politica a risorsa socio-economica. Storie di accoglienza, equità, inclusione”.

L’incontro si concentra sul fenomeno migratorio che interessa il nostro Paese, dove vivono migliaia di stranieri, molti dei quali già integrati nella nostra società, altri in procinto di inventarsi una nuova vita: un percorso, non sempre facile, che trova però rispondenza nelle tante realtà sociali impegnate in un “sistema di comunità” che riesce a favorire l’integrazione, l’inclusione, la solidarietà tra popoli e etnie.

Intervengono:

Pierfrancesco Majorino, Assessore al Welfare – Comune di Milano
Ruggero Giuliani
, Vicepresidente Medici Senza Frontiere Italia
Valentina Reale
, Responsabile del progetto ex MOI – Medici Senza Frontiere Italia
Silvia Bartellini, Presidente di Casa Chiaravalle

Introduce:

Monica Cerutti, Assessore Pari opportunità – Regione Piemonte

Presiede:

Alberto Jannuzzelli, Presidente Società Umanitaria

La mostra Exodos/Exit (realizzata dall’Associazione Allievi del Master in Giornalismo «Giorgio Bocca» e dalla Regione Piemonte) parla di loro, di migranti, di profughi, di vite strappate, di soprusi, ma soprattutto di persone reali, uomini, donne e bambini esattamente come noi. La mostra presenta un percorso per immagini e reportage di sedici fotoreporter piemontesi, suddivise in cinque sezioni che sono i passaggi clou di un viaggio che sembra non avere fine: il «Mare», trampolino e naufragio verso il miraggio di un nuovo mondo; la «Strada», attraverso i campi, i fiumi, le lande desolate delle terre di nessuno; le «Barriere», fatte di reti, muri, confini, spesso invalicabili; i «Campi», luoghi di attesa, di riposo, di speranza, ma anche di paura; e infine gli «Incontri» tra le società, i turisti e i migranti, e l’avvio di una nuova vita. Exodos/Exit. Rotte migratorie, storie di persone, arrivi, inclusione è un altro viaggio, un viaggio che arriva in profondità, nella parte più intima di ciascuno di noi.

I fotoreporter presenti in mostra: Marco Alpozzi, Stefano Bertolino, Cosimo Caridi, Simona Carnino, Mauro Donato, Max Ferrero, Mirko Isaia, Giulio Lapone, Carolina Lucchesini, Matteo Montaldo, Giorgio Perottino, Andreja Restek, Stefano Rogliatti, Paolo Siccardi, Stefano Stranges, Stefano Tallia

La mostra ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica, l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, il Patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).